Additivi ed eccipienti pericolosi: l’ E-171 titanio diossido

0
212

Ogni giorno introduciamo miligrammi di tossine, germi, veleni di ogni tipo, a volte ciò è inevitabile: alcuni cibi hanno normalmente dei veleni al loro interno (la solanina nelle patate, la teobromina nella cioccolata, l’li solfiti nel vino, la Miristicina nel prezzemolo etc. Altri sono aggiunti volontariamente nel cibo, talvolta per il semplice motivo di rendere il cibo più appetibile, oppure per arginare la conservazione microbica, altri non hanno alcun motivo per essere aggiunti se non quello di farvi ammalare e fornire un incasso alle case farmaceutiche.

In questo articolo imparerete a fare una cosa importante leggere le etichette e ad evitare uno degli eccipienti più tossici,cancerogeno e pro-infiammatorio in assoluto


Titanio Diossido (TiO2) [E 171]

Il titanio diossido per la presenza di nanoparticelle rappresenta uno dei più grandi rischi alla sicurezza alimentare

Oggi parliamo dall’Additivo alimentare più pericoloso e letale in assoluto, il Titanio Diossido. È una polvere bianca che le aziende alimentari e le case farmaceutiche usano come colorante per dare una colorazione bianca luminosa Ai loro prodotti.

Perchè è pericoloso ? Il titanio e l’ossigeno che lo compongono di per se non sono particolarmente tossici, la particolarità è che qualunque formulazione di Titanio Diossido contiene una percentuale di nanoparticelle. Anche le formulazioni alimentari e farmaceutiche ne contengono una certa misura, è pressoché impossibile eliminare le nanoparticelle dal prodotto finito per cui se nel vostro prodotto è presente il titanio diossido state pur certi che vi state avvelenando.

Come agiscono queste nanoparticelle? Una volta ingerite si depositano nelle cellule dei vostri organi creando uno stato di infiammazione cronica, soprattutto a livello dell’intestino. Ecco alcune patologie che può causare

  1. Morbo di Chron (infiammazione cronica)
  2. Rettocolite ulcerosa (infiammazione)
  3. Celiachia (infiammazione )
  4. Malattie autoimmuni (distruzione flora intestinale )
  5. Tumori (l’infiammazione cronica predispone ai tumori )
  6. Eczema,dermatiti (l’infiammazione intestinale si manifesta sulla pelle

Già intorno al 2020 la Francia e altre nazioni Europee iniziano a vietare il pericoloso eccipiente all’interno di cibo, farmaci. Successivamente iniziano le pressioni per il Ban anche a livello Europeo. Purtroppo abbiamo a che fare con una lobby estremamente potente che conta utili per decine di miliardi di € l’anno e come sappiamo, non è poi così difficile comprarsi un parlamentare Europeo.

Mentre questo veleno inizia ad essere bandito in buona parte d’Europa in Italia lo si continua a trovare praticamente dappertutto, infatti i precedenti ministri della salute in particolare Speranza, Lorenzin, Erano troppo impegnati a tassare sigarette elettroniche, vietare la melatonina, legiferare millemila vaccini obbligatori oppure occuparsi di un’influenza che uccide 80enni con quattro patologie pregresse anziché occuparsi di un problema urgente per la salute pubblica.

E visto che lo Stato se ne fot…ehm… ha di meglio a cui pensare a proteggere il vostro corpo dovete pensarci voi, ecco dove si trova il titanio diossido E171

  • Compresse sia di farmaci che di integratori specie se di colore bianco
  • Confetti (dolci)
  • Gomme da masticare in confetti bianchi
  • Ciambelle e altri dolci di un bianco sgargiante
  • Dentifrici

Negli ingredienti è obbligatorio riportare la presenza di questo veleno quindi quando trovate una roba tipo E171, titanio diossido, diossido di titanio, non acquistatelo!


Commenta